Questo sito utilizza cookie che permettono di migliorare la navigazione. Per maggiore informazione leggi l'informativa sulla Privacy Policy. Per accettarne l'uso pigia il pulsante OK.

2014- 2015

Continua la serie del progetto Affetti-Effetti dll'Arte. Questa volta è rivolto alla formazione di addetti alla custodia del patrimonio Museale Cittadino Attuato tra la fine del 2014 e i primi mesi del 2015 Affetti - Effetti dell'Arte 3° corso

2013-2014 

"Progetto Semola: Fragilità genitoriale, disagio psichico e prevenzione del rischio nei minori".

Il Progetto Semola è un programma finalizzato alla prevenzione del disagioche può insorgere nei figli di persone affette da sofferenza psichica. Attuato tra il 2013 e il 2014.  Progetto Semola

E' stato svilippato dall'Associazione Contatto, in collaborazione con i Dipartimenti di Salute Mentale delle Aziende Ospedaliere Niguarda Ca'Granda e San Carlo Borromeo nei Centri Psico Sociali di via Litta Modignani e di Via SoderiniLa Tartavela Onlus, vi è stata coinvolta per l'attività di informazione nei gruppi di auto mutuo aiuto e di alcune scuole di Milano e Rho. 

Affetti-Effetti dell’Arte” è un progetto sperimentale promosso da La Tartavela Onlus - Associazione di Familiari per la Salute  Mentale , sviluppatosi grazie alla collaborazione con:

- Museo del Novecento e  Galleria d'Arte Moderna

- Dipartimento di Salute Mentale dell’ Azienda Ospedaliera Luigi Sacco
-Tavolo di Coordinamento Milanese delle Associazioni della Salute Mentale.

Corso Affetti-effetti   2013 Affetti - Effetti Museo del Novecento

Corso Affetti-Effetti   2014 Affetti - Effetti Galleria d'Arte

Giornata Mondiale    2014   Affetti-Effetti Giornata Mondiale

Job Description       2014 Job Description

2004-2006

Progetto Lavoro Libera-Mente

Il progetto "Lavoro Libera-Mente" è finalizzato a individuare modelli e metodologie atte a ottimizzare l'integrazione lavorativa dei disabili mentali sul territorio della città di Milano, attraverso un lavoro di rete tra le istituzioni preposte, i servizi, le associazioni delle famiglie e le cooperative sociali.

Obiettivi

  • > creare un lavoro di rete fra i diversi attori (azienda/cooperativa sociale/servizi/mondo della formazione);
  • > strutturarlo in forma di partnership organizzativa, con un riconoscimento dei propri limiti e una collaborazione fattiva per risolvere problemi;
  • > modulare un percorso funzionale all'integrazione lavorativa per i disabili mentali;
  • > individuare un know how da implementare sul territorio provinciale;
  • > dare diritto di accesso al servizio per l'occupazione dei disabili a tutte le fasce del bisogno;
  • > progettare e sperimentare un modello globale che non si limiti a fornire singole prestazioni, ma all'interno del quale possano operare in rete anche strutture diverse;
  • > dare continuità della presa in carico del soggetto e counseling/sostegno alle famiglie;
  • > controllo, pesatura e valutazione della qualità dell'intervento.

Principale risultato atteso

  • > Individuazione di un modello idoneo ed efficace per la valutazione dei disabili psichici che preveda il coinvolgimento e la messa in rete di tutti gli interlocutori che
  •    operano sul territorio cittadino.

Partner coinvolti

ASL Città di Milano

Provincia di Milano

Fondazione ENAIP Lombardia

Associazione dei familiati "Tartavela"

Partecipano inoltre:

Direzione Generale Sanità

Direzione Generale Formazione e Lavoro

e con il contributo della Fondazione Cariplo.

2004

Progetto "La salute mentale: aiutare i giovani a superare il pregiudizio"

Progetto pluriennale di intervento di informazione e formazione sulla salute mentale rivolto agli studenti delle ultime classi delle scuole medie superiori di Milano e Provincia

 

Obiettivi

  • > promuovere la formazione e l'informazione sulla salute mentale;
  • > fornire indicazioni concrete su come regolarsi in presenza di forme di disagio psichico, che si manifestino sia in ambito familiare sia in quello sociale;
  • > combattere lo stigma, cioè il rifiuto della malattia e delle persone che la sopportano, e l'isolamento che lo stigma produce;
  • > fornire strumenti critici per combattere l'errata e diffusa convinzione che malattia mentale e follia coincidano, essendo la follia solo l'esito finale di un processo di carenza       di cure nei confronti del portatore di disturbo grave stabilizzato, e per facilitare l'accesso alla prevenzione;
  • > sviluppare l'interesse per l'attività di volontariato, sulla base della consapevolezza del ruolo familiare e sociale dei care givers non professionali nella tutela della salute            mentale.

Il Progetto proseguirà anche negli anni successivi.

Progetto "Il profilo di efficacia e sicurezza dei farmaci antipsicotici dal punto di vista dei familiari" promosso da Tartavela con l'Istituto Mario Negri, con l'approvazione e il supporto del Ministero della Salute, Dipartimento Generale Farmaci, e partnership di URASAM e UNASAM.

Obiettivi

comprensione e partecipazione più reale delle Associazioni dei familiari alla gestione di uno degli aspetti più seri (e spesso più controversi) delle cure psichiatriche.

Corso di formazione 

Aprile - giugno 2004 in collaborazione con Aspes "Collaborazione e integrazione del volontario con l'équipe socio-sanitaria".

Obiettivi

> conoscere il contesto sociale e normativo in cui si opera;

> valutare l'importanza della collaborazione fra le figure che operano per il bisognoso d'aiuto e fornire adeguate metodologie per concretizzare tale collaborazione;

> riconoscere i doveri e i compiti propri del volontario.

 

Joomla template by a4joomla